Italia

20,1

Location

22,2

Freedom

19,7

Lifestyle

13,8

Taxation

17

Expat

20,5

Business

20,4

Family

19,3

Retirement

20,2

Future

Punteggio Finale: 173,2

GV Rank: 12th

Location Beauty Safety Pollution Services GV Total
4,8
3,5
3,5
4,3
4
20,1
Freedom Democracy Economic Speech Justice GV Total
4,7
4,2
4,6
4,7
4
22,2
Lifestyle Quality Cost Happiness Education GV Total
4,5
2,5
4,6
4,1
4
19,7
Taxation Rate System Black List Agreement GV Total
2,5
4
2,5
2
1
13,8
Expat Passport Residence Citizenship Duties GV Total
5
4
2,5
2,5
3
17
Business Economic System Service Justice GV Total
4,2
4,3
4,3
4,7
3
20,5
Family Education Healthcare Safety Family GV Total
4,1
3,8
3,5
5
4
20,4
Retirement Safety Retirement Healthcare Quality GV Total
3,5
3,5
3,8
4,5
4
19,3
Future Innovation Peace Enviroment Economic GV Total
4,8
4,4
4,3
4,2
2,5
20,2

Panoramica del Paese

L’Italia è una Repubblica Parlamentare membro dell’Unione Europea e situata nell’Europa Meridionale. La lingua ufficiale è l’italiano e la sua moneta è l’euro. Ottava potenza economica mondiale e terza nell'Unione europea, è un paese con un alto livello di vita: l'indice di sviluppo umano è molto alto, 0.895 e la speranza di vita è di 82,9 anni. La geografia del Paese è estremamente varia, presentando paesaggi di mare, di pianura, collinari e montagnosi. È anche uno dei Paesi europei più densamente popolati e con il più alto numero di centri urbani. La cultura e i siti storici la vedono come il primo Paese al mondo. Il clima è fortemente influenzato dai mari che la circondano quasi da ogni lato e che costituiscono un benefico serbatoio di calore e di umidità. Determinano infatti, nell'ambito della zona temperata, un clima particolare detto temperato mediterraneo. Come tutte le economie avanzate, anche l'Italia è fortemente orientata verso il settore dei servizi, che nel 2017 ha rappresentato tre quarti del valore aggiunto (contro poco più del 50% nel 1970); tuttavia la quota dell'industria rimane alta se comparata con gli altri grandi Paesi europei, pari a circa il 23% del PIL. Il tessuto produttivo dell'economia è formato in prevalenza da piccole e medie imprese: quelle di maggiori dimensioni sono gestite in gran parte dalle famiglie fondatrici e, in taluni casi, da gruppi stranieri. Il modello di public company, impresa a capitale diffuso gestita da un management, è poco diffuso.

Location

L’Italia, per la sua varietà culturale e geografica, per la sua storia e per l’enorme numero di siti turistici, è da molti considerato il Paese più bello del mondo. Pur non essendo ai vertici quanto all’inquinamento, alto soprattutto nella Pianura padana e nelle grandi città, presenta un discreto sistema di servizi pubblici (alto per la media mondiale, più basso se rapportato agli altri Paesi europei) e un indice di criminalità piuttosto nella media degli altri Paesi omogenei.

Freedom

L’Italia è una democrazia abbastanza stabile, dove vige un buon livello di libertà sia di parola che economica. Anche la giustizia è piena di garanzie. Di contro la burocrazia non è al medesimo livello di altri Paesi europei più evoluti e spesso appare eccessivamente pesante e poco organizzata, il che ha comunque un suo peso sull’effettiva percezione di libertà e di efficienza delle strutture istituzionali. Anche la corruzione è sensibilmente più alta che in altri Paesi europei.

Lifestyle

La qualità della vita nel Belpaese è di ottimo livello, anche se varia molto da regione a regione. Più moderna e sviluppata la parte settentrionale, più legata al territorio e alla tradizione quella meridionale, in linea di massima si può trovare tutto quello di cui si ha bisogno, anche se il costo della vita, specie nelle grandi città, non è certo trascurabile, mentre nel sud il costo è basso.

Taxation

L’Italia non è certo famosa per avere una tassazione vantaggiosa, né tantomeno per un sistema fiscale chiaro e trasparente. La tassazione sui redditi può arrivare quasi fino alla metà, mentre le società scontano un’imposta in linea con Paesi vicini; interessi, dividendi e capital Gain sono tassati al 26%. Esistono regimi di favore per le partite IVA, che sotto gli 85.000 euro di fatturato possono ridurre l’imposta al 15%. Vantaggiosa invece l’imposta di successione, che prevede una franchigia di un milione di euro e, oltre tale cifra, un’aliquota del 4% (6% per gli eredi non diretti), che rende l’Italia un vero vparadiso fiscale in Europa in tema di successione. Davvero interessante anche la flat tax per stranieri, che permette a chi prende la residenza in Italia di pagare un’imposta forfettaria di € 100.000 a prescindere dal reddito e dal patrimonio, ideale per chi ha grossi patrimoni e vuole godersi la pensione. Questo rende l’Italia un Paese attrattivo per chi cerca questo tipo di normativa. L’Italia aderisce al CRS e scambia regolarmente informazioni con l’estero.

Expat

Le procedure per la residenza permanente in Italia sono simili ed in linea con quelle degli altri Paesi europei; la cittadinanza si può ottenere per discendenza, matrimonio o naturalizzazione, dopo 10 anni di residenza nel Paese per gli extracomunitari e 5 anni per i cittadini UE. Considerata la forte migrazione del passato di italiani e quindi la presenza di tanti discendenti nel mondo, si segnala una favorevole normativa per l’ottenimento della cittadinanza per discendenza. Il passaporto italiano è peraltro uno dei più forti al mondo.

Business

A dispetto di un ottimo indice di libertà economica e di qualità dei servizi, l’Italia ha una burocrazia piuttosto contorta, complessa e lenta che non aiuta le attività di impresa. Il carico fiscale e la diffidenza del fisco peggiorano inoltre la situazione. Non è infatti un caso che generalmente le imprese italiane cerchino di delocalizzare all’estero. L’incertezza giuridica e fiscale non aiuta.

Family

L’Italia è il posto ideale per le famiglie. In cima alle classifiche del “Kid Friendly Index”, con un sistema sanitario di ottimo livello nonostante il peso della burocrazia, un sistema scolastico molto efficiente e un livello di sicurezza tutto sommato nella media dei Paesi europei, il Paese può essere la scelta migliore dove trasferire la propria famiglia. Si segnala però un peggioramento del sistema sanitario e scolastico.

Retirement

L’opzione di ritirarsi in Italia può presentare alcuni svantaggi, come il costo della vita contenuto, ma ha anche numerosi vantaggi soprattutto per chi gode di grandi patrimoni: un buon sistema sanitario gratuito, l’opzione della flat tax per gli stranieri che si trasferiscono in Italia e la praticamente assenza di tassazione sulle successioni possono infatti fornire la strategia ideale ai soggetti che intendono passare gli ultimi anni della loro vita in un Paese tra i più belli al mondo e assicurare una successione ai propri eredi che non venga erosa dall’imposizione fiscale.

Future

L’Italia sta cercando di tenere il passo dell’innovazione, delle sfide sostenibili e dei mercati del futuro, non sempre con successo. Un Paese tradizionalmente restio al cambiamento e diffidente verso le novità, fatica ad accettare riforme di grande respiro per affrontare le sfide future, trovandosi troppo spesso in ritardo rispetto ai competitor stranieri.

Restiamo in contatto